Il nuovo termovalorizzatore

Il progetto

  • Stiamo costruendo l’impianto di termovalorizzazione dei rifiuti  della Toscana Centrale:  un’opera importante, moderna, indispensabile, come ne esistono nelle più moderne e sostenibili città italiane ed europee.

    È un termovalorizzatore di terza generazione, sarà l’anello finale di un processo di gestione sostenibile dei rifiuti urbani, basato sulla raccolta differenziata e il riciclaggio di materiale. Recupererà energia dai rifiuti non riciclabili, circa il 25% del totale, riducendo a zero il ricorso alla discarica, nel rispetto della gerarchia europea di gestione dei rifiuti.
  • Servirà anche a produrre energia elettrica pari al consumo di 40.000 famiglie ed energia  termica. In questo modo contribuirà alla riduzione di emissioni di gas serra.
    È un impianto moderno frutto delle migliori tecnologie disponibili, soggetto a controlli severi, di gran lunga superiori a quelli a cui vengono sottoposte le normali attività industriali.
    È un’opera pubblica importante, la sua realizzazione produce effetti positivi sull’economia e l’occupazione e contribuisce a una gestione sicura e sostenibile dei rifiuti.

  • R La potenza termica erogabile dal termovalorizzatore, spillando vapore dal turbogeneratore, per una eventuale futura rete di teleriscaldamento cittadino, è pari a 20 MWt che corrispondono alla potenza termica necessaria al riscaldamento di circa 3.000 abitazioni tipo (100 m2).

    L’impianto è comunque predisposto per fornire una potenza termica fino a 40 MWt , modulando il vapore in ingresso al turbogeneratore, corrispondenti al fabbisogno termico di circa 6.000 abitazioni tipo

  • L’opera è prevista e definita dai piani di gestione di rifiuti urbani approvati dalla amministrazioni competenti ed è gestita da un’azienda a partecipazione pubblica. L’impianto è stato autorizzato secondo le normative vigenti dopo un lungo ed approfondito dibattito pubblico, è stato sottoposto a Valutazione di Impatto Ambientale (VIA) e a quella sanitaria (VIS).
    La costruzione e la gestione saranno caratterizzati dalla massima trasparenza, informazione  e partecipazione.

  • Come funziona

    L’impianto è in grado di produrre energia elettrica pari al fabbisogno di 40.000 famiglie, emettendo in atmosfera emissioni molto inferiori a quelle consentite per legge, o del riscaldamento delle abitazioni private.

  • Il monitoraggio

    Due sistemi di monitoraggio attivi e il massimo della trasparenza: le emissioni saranno costantemente misurate e rese pubbliche sul sito.

  • Il ciclo dei rifiuti

    Dallo smistamento della raccolta differenziata fino al compattamento: perché il Polo energetico di Case Passerini non è solo incenerimento, ma soprattutto valorizzazione dei nostri scarti.

  • FAQ

    FAQ

    Hai qualche dubbio? Visita anche la sezione dedicata alle domande più frequenti sul nuovo termovalorizzatore di Firenze.

    Vai alla sezione

  • Cosa vuol dire

    Cosa vuol dire

    Dalla A alla Z il nostro glossario. Ogni parola ha il suo significato e tutto deve essere chiaro.

    Vai alla sezione

  • Blog

    Blog

    In questo spazio parliamo di energia e ambiente. Un luogo per il confronto e la conoscenza in collaborazione con il nostro team di esperti.

    Vai alla sezione

    Rimani aggiornato con la nostra newsletter!
    Privacy e Termini di Utilizzo

    Eventi e news dal mondo Q.Thermo

    Q.Thermo al via!

    I lavori per la realizzazione dell’impianto inizieranno prima dell’estate.

    Leggi tutto

    Perché SI

    L'impianto è tarato prevedendo che la raccolta differenziata raggiunga il 70%.

    Leggi tutto

    Sorpasso!

    Per la prima volta la raccolta differenziata supera quella indifferenziata

    Leggi tutto

    Utilizziamo cookie tecnici e di profilazione (anche di terze parti) per migliorare la tua esperienza su questo sito. Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie; in alternativa, leggi l'Informativa Estesa e scopri come disabilitarli.