• Energia dai rifiuti non riciclabili

In europa

In Europa sono attivi 450 impianti di incenerimento, soprattutto in quelle zone che hanno un maggiore impegno per l’ambiente e differenziano maggiormente i rifiuti. Nessuno di questi ha dato origine a problemi di carattere ambientale e tantomeno sanitario.

Molti impianti sono all'interno delle città, il che consente di fornire con più facilità energia elettrica e calore alle case che li circondano. Barcellona, Parigi, Amburgo tra le altre hanno impianti in città: da un punto di vista sanitario il caso più eclatante da sottolineare è probabilmente quello di Vienna, dove un termovalorizzatore è presente in piena città dal 1969, senza mai aver causato problemi di ordine sanitario o ambientale, pur essendo dotato di una tecnologia oggi largamente superata.

I moderni impianti sono monitorati 24 ore su 24, i dati sono pubblici; le emissioni sono stabilite per legge (non si possono superare determinate quantità di emissioni, pena la chiusura dell’impianto) ma la tecnologia e il trattamento preventivo dei rifiuti da avviare a incenerimento fanno sì che i gestori degli impianti garantiscano emissioni ben al di sotto dei limiti di legge.

Scarica il documento sui termovalorizzatori in Europa
Nel mondo - In europa
Piramide Europea
Rimani aggiornato con la nostra newsletter!
Privacy e Termini di Utilizzo

Utilizziamo cookie tecnici e di profilazione (anche di terze parti) per migliorare la tua esperienza su questo sito. Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie; in alternativa, leggi l'Informativa Estesa e scopri come disabilitarli.